Cintura di castità

Cintura di castità

Un’imperitura mitologia popolare mistifica questi arnesi sostenendo che essi servissero per assicurare la fedeltà delle mogli, specie dei cavalieri crociati, durante le lunghe assenze dei mariti. L’uso prevalente della cintura era ben diverso: quello di far da barriera contro lo stupro in tempi di acquartieramento di soldati in paese, durante i pernottamenti in locande e in viaggio in genere (specie via mare). La cintura può essere definita uno strumento di tortura in quanto questa umiliazione è imposta dal terrore di dover subire senza volere le violenze di un uomo.

Cintura di castità
Forcella dell’eretico
Ghigliottina
Scure per mutilazione
Gabbie pensili
Maschere d’infamia
Spaccaginocchi
Flagello a catena
Vergine di Norimberga
Sedia inquisitoria
Schiacciatesta
Schiacciapollici
Collare spinato
Anelli spaccatesta
Pera orale, rettale e vaginale